Giugno 2008 - Giugno 2013 / Anno V

giovedì 31 maggio 2012

Sigarette e Mozziconi per terra? Sì alla multa!

di Finnegan - Nella Giornata mondiale contro il Tabacco (il No Tobacco Day), organizzata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, c’è da segnalare la positiva curiosità dei risultati dell’indagine della Doxa commissionata dall'Istituto superiore di sanita' (Iss): la stragrande maggioranza degli italiani (l’84%) è favorevole alla multa per chi getta i mozziconi di sigaretta per strada; e favorevoli sono gli stessi fumatori, in una percentuale minore, ma sempre oltre la maggioranza: il 64%.
A Ferrara, da Marzo - spiegano al Comune - chi butta la sigaretta per terra rischia una multa fino a 100 euro ed ha il cosiddetto obbligo di rimozione della cicca. A Firenze - come racconta Repubblica - si arriva a 150 euro; a Parma si sale a 300 euro; a Trento addirittura a 500.
Secondo la maggior parte delle fonti, quel che rimane della sigaretta fumata, ossia il filtro, ci mette da 1 a 5 anni per biodegradarsi nell’ambiente; nel frattempo però ha rilasciato parecchie sostanze nocive: studi dell’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) indicano che fumare una sigaretta libera nell’aria più di 4.000 “sostanze chimiche ad azione irritante, nociva, tossica, mutagena e cancerogena” e nel mozzicone se ne conservano altre, tra cui benzene, gas tossici quali ammoniaca e acido cianidrico, composti radioattivi come Polonio-210. Sempre l’Enea ha calcolato che solo in Italia, ogni anno, vengono gettati per terra più di 71 miliardi di mozziconi.

L’indagine Doxa è stata elaborata in collaborazione con l'Istituto Mario Negri e presentata questa mattina a Roma al ministero della Salute.

Nell'immagine il mozzicone di una sigeratta, di Sillyputtyenemies da Wiki Commons, qui.

Per approfondire:
Il No Tobacco Day
Scheda della Giornata dal Ministero della Salute

Nessun commento:

Gli Articoli del Mese

Si è verificato un errore nel gadget

Archivio